Il Contest

 

L’iniziativa ha l’obiettivo di sviluppare e condividere progetti didattici sul tema “innovazione e alimentazione sostenibile”, fondamentale per promuovere un corretto stile di vita tra i giovani
Per presentare il concorso, approfondire i temi del contest e conoscere i più innovativi strumenti didattici e di progettazione, è possibile iscriversi a incontri di formazione, consultando la sezione “gli incontri”.
Entro il 31 marzo 2018 le scuole potranno inviare il loro progetto multimediale (foto, video, ppt, ebook, etc). I materiali ricevuti saranno pubblicati sui canali social dell’iniziativa, Facebook e Youtube.

Entro fine aprile 2018 i lavori realizzati e caricati sulla piattaforma saranno valutati considerando le capacità di progettazione e di utilizzo di nuove tecnologie, la creatività, le competenze linguistiche e il grado di innovazione. Incideranno sul voto anche il numero di visualizzazioni e di “like” raccolti attraverso i canali social.

Tra gli strumenti consigliati per la realizzazione di contenuti multimediali citiamo a titolo di esempio:
- Progettazione e realizzazione di oggetti attraverso strumenti tecnologici di coding e robotica (es plastici e oggetti stampati in 3d, programmazione, piccoli software…);
- Realizzazione di spettacoli teatrali e flash-mob, animazioni nei negozi Coop;
- Realizzazione di videogiochi;
- Realizzazione di storie animate (storytelling);
- Manufatti realizzati con qualunque materiale a disposizione della scuola (privilegiando il recupero e riciclo);
- La ripresa video e la descrizione di lavori manuali realizzati in classe
- …

 

Per ogni regione saranno premiati i primi 3 progetti per ogni ordine scolastico e grado (primaria, secondaria di primo grado e secondaria di secondo grado):

1° premio € 1.000,00
2° premio € 500,00
3° premio € 200,00

I premi saranno corrisposti in buoni acquisto Coop.

Rammentiamo che la scuola è responsabile dei contenuti che verranno caricati sulla piattaforma. Qualora siano presenti immagini di minorenni si rammenta che è necessario per la scuola ottenere la liberatoria da parte dei genitori degli studenti. In nessun caso Coop può essere considerata responsabile della diffusione di detti contenuti.

 

Seguici sulla pagina facebook ufficiale, vedrai tutti i progetti inviati dalle scuole